Connect with us




proposte e commenti
 

proposte e commenti  

  RSS

DocTesla84
(@doctesla84)
Active Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 15
17/02/2018 8:20 pm  

Ciao ragazzi, oggi di rientro in Italia, sono riuscito ad acchiappare
l'ultima rivista HJ presente nell'edicola di confine, e visto che non potevo leggerla in auto ho dovuto attendere per quasi un'ora buona prima di poterla gustare fino in fondo... ;-))

Ho apprezzato molto l'articolo a pagina 52 che tratta il multiuso credit card Raspberry Pi, sempre presente nei miei progetti hardware, computer card utilissima da diversi anni assieme alla stupenda Raspbian che ho programmato e configurato in diversi modi per molti anni.

In tema Sicurezza Informatica, a pagina 36, vorrei segnalare che la distribuzione ZeroShell è validissima come router per sistemi non protetti di tipo Windows in quanto utilizza un ottimo antivirus, che è davvero utile con l'uso delle chiavette internet, voi avete usato questa distribuzione in un modo diverso, ma si possono fare cose davvero incredibili con questo tipo di OS... :P.

Visto che avete trattato la ZeroShell, vorrei darvi un'idea che potrebbe essere utile agli utenti di tutti i sistemi operativi, ovvero l'antivirus ClamAV che si usa su Linux per dare la caccia al malware di ogni tipo:

[email protected]:~$ clamscan

----------- SCAN SUMMARY -----------
Known viruses: 9505051
Engine version: 0.99.2
Scanned directories: 1
Scanned files: 6
Infected files: 0
Data scanned: 0.01 MB
Data read: 51.61 MB (ratio 0.00:1)
Time: 18.174 sec (0 m 18 s)

sarebbe interessante un articolo che tratti questo antivirus, credo che sia necessario per i "Portatori Sani di Virus" che girano su distro Linux, parecchi di questi virus/worm usano anche la rete Bitcoin per teletrasportarsi in giro per il mondo, ne ho scovati parecchi di non ufficiali, ovvero firme non verificate e non inserite ancora nella lista utente pubblica. 🙂
Ho usato sempre questo antivirus quando per recuperare una installazione Windows infetta tutti gli altri tool non potevano girare, usando proprio sistemi Linux preparati per queste assistenze informatiche molto particolari.

Infine, per concludere la mia piccola recensione di questo numero della rivista, ed essendo un appassionato della cultura Hacker, vi posto alcuni link che ho trovato interessanti e che riguardano la sezione Hackulture a pagina 58, come da voi specificato, ho linkato qui HackLog volume 1 che poi finisco di leggere con calma:

https://ia601608.us.archive.org/3/items/StefanoNovelliHackLOGManualeSullaSicurezzaInformaticaHackingEtico/Stefano%20Novelli%20-%20hackLOG%20-%20Manuale%20sulla%20Sicurezza%20Informatica%20%26%20Hacking%20Etico.pdf

ho poi trovato questo che sembra piu' un libro di spionaggio, ma tratta cultura hacker e quindi mi sembra valido:

http://www.digila.it/public/iisbenini/transfert/Pagetti/Libri%20da%20Leggere%20(Hacker%20e%20Internet)/ACDL14set2012.pdf

poi ho trovato questi volumi molto interessanti per i giovani che non conoscono quello che c'era prima di internet in Italia:

https://libribernardotti.wordpress.com/tag/bibbia-hacker/

http://www.bernardotti.it/HackerBook.pdf

Continuate così che andate bene, spero che la rivista possa tornare a essere grande come ai vecchi tempi 🙂

 DocTesla1984


Quota
Massimiliano Meloni
(@massimiliano)
Utenti Admin
Registrato: 3 mesi fa
Post: 64
19/02/2018 9:23 am  

Ciao

Ti ringrazio della recensione molto accurata :). Sicuramente tratteremo qualche spunto che hai inserito.

Grazie !


RispondiQuota
Share:

IN EDICOLA

  
Working

Please Login or Registrazione