Connect with us

News

Debutta il S.A.R.I il Sistema di Riconoscimento Facciale digitale

Redazione

Published

on

E’ di questi giorni la notizia che grazie al sistema di riconoscimento facciale denominato S.A.R.I. sono stati individuati dei ladri di Brescia con una buona percentuale di system matching. Sari è in grado di confrontare le immagini catturate dalle telecamere di sicurezza, come nel caso di Brescia, con i volti dei milioni di soggetti schedati. Restringendo il campo a una platea ristretta di sospettati.

Il ministero dell’Interno lo scorso anno ha aggiudicato la fornitura del software a un’azienda leccese, Parsec 3.26, che collabora con il centro di ricerca Cnr Isasi per lo sviluppo di algoritmi di riconoscimento facciale.

Balzato alle cronache molti si domandano da dove è stato creato l’enorme database che contiene l’intera popolazione escludendo bambini al di sotto dei 15 anni .



La risposta forse potrebbe essere cercata in un comunicato stampa rilasciato .

Il S.A.R.I. consente di effettuare ricerche nella banca dati A.F.I.S. attraverso l’inserimento di un’immagine fotografica di un soggetto ignoto che, elaborata da due algoritmi di riconoscimento facciale, fornisce un elenco di immagini ordinato secondo un grado di similarità. Nell’ipotesi di match, per avere valenza dibattimentale, è comunque necessaria una comparazione fisionomica effettuata da personale specializzato della Polizia Scientifica.

In questi giorni si è alimentato un dibattito sull’uso di questi dati per la  tutela della privacy dei cittadini. Gli esperti avvertono: a rischio libertà individuali e diritti civili degli eventuali partecipanti a una manifestazione.

 

Ti potrebbe interessare

Hacker rivela vulnerabilità Zero-Day in Windows no... Un ricercatore di sicurezza ha divulgato pubblicamente i dettagli di una vulnerabilità zero-day precedentemente sconosciuta nel sistema operativo Wind...
Hacker di Hamas attaccano gli smartphone nemici Il blog di Check Point Software Technologies ci svela l'ennesima storia di cybersecurity dei nostri giorni. Approfittando della fame di notizie rigua...
500.000 infezioni su Chrome Chrome è sicuramente uno dei browser più utilizzati ma anch'esso può incappare in problemi di sicurezza. Per esempio, può essere usato per veicolare i...
Instagram password a rischio per un bug Instagram ha recentemente corretto con una patch un problema di sicurezza nel suo sito Web che potrebbe aver accidentalmente esposto alcune delle pass...

Lo staff di Hackerjournal che vi fornisce ogni giorno notizie, recensioni, anteprime e interviste legate alla sicurezza digitale.

Facebook Comment


In Edicola


Dal 14 NOVEMBRE 2018!

Forum

Facebook

Collezione HJ

Trending

IN EDICOLA