Connect with us

News

ISPA etichetta Firefox come Browser Malvagio

Redazione

Pubblicato

il

Un gruppo industriale di provider di servizi Internet ha etichettato Mozilla, il browser Firefox, un “malvagio internet” per aver supportato uno standard di sicurezza DNS.L’ISPA (Internet Services Providers ‘Association) del Regno Unito, il gruppo commerciale per i fornitori di servizi Internet del Regno Unito, ha nominato il produttore del browser per il suo sforzo proposto di implementare la funzionalità di sicurezza, che a loro avviso consentirà agli utenti di “aggirare gli obblighi di filtraggio del Regno Unito e il controllo dei genitori , minando gli standard di sicurezza di Internet nel Regno Unito. “

Mozilla infatti sta pianificando di testare DNS-over-HTTPS su un piccolo numero di utenti.

Ogni volta che visiti un sito Web, anche se è abilitato per HTTPS, la query DNS che converte l’indirizzo web in un indirizzo IP che i computer possono leggere è in genere non crittografata. Lo standard di sicurezza è implementato a livello di app, rendendo Mozilla il primo browser ad utilizzare DNS-over-HTTPS. Crittando la query DNS, protegge anche la richiesta DNS dagli attacchi man-in-the-middle, che consentono agli aggressori di dirottare la richiesta e indirizzare invece le vittime verso una pagina malevola.

Il portavoce di Mozilla, Justin O’Kelly, ha dichiarato: “Siamo sorpresi e delusi dal fatto che un’associazione di settore per gli ISP abbia deciso di travisare un miglioramento rispetto all’infrastruttura di Internet vecchia di decenni”.

“Nonostante affermi il contrario, un DNS privato non impedirebbe l’uso del filtro dei contenuti o dei controlli dei genitori nel Regno Unito. DNS-over-HTTPS (DoH) offrirebbe reali benefici per la sicurezza ai cittadini del Regno Unito. Il nostro obiettivo è costruire un Internet più sicuro e continuiamo a condurre una trattativa seria e costruttiva con le parti interessate credibili nel Regno Unito su come farlo “.

Facebook Comment

In Edicola


238 – Dal 15 Novembre 2019!

Forum

Facebook

Trending

IN EDICOLA