Connect with us

News

Arrestato hacker che rivendeva dati della PA

Redazione

Pubblicato

il

Attaccava i sistemi informatici dei comuni per introdursi nelle banche dati di siti istituzionali ed esfiltrare informazioni sui cittadini e sui contribuenti, per poi rivenderli sul mercato nero degli hacker. A finire in manette con queste accuse è un 66enne di origini torinesi e residente a Imperia, mentre sei suoi presunti complici – tutti impiegati presso agenzie investigative e di recupero crediti distribuite nella penisola – sono stati denunciati a piede libero.

L’arresto, secondo quanto sono riusciti a ricostruire gli investigatori, avrebbe nel corso del tempo messo in piedi un sito, chiamato “People1”, che offriva alle agenzie investigative interessate anche una sorta di servizio in abbonamento: in cambio di un canone fisso potevano infatti installare sui propri computer un software attraverso una pen drive che avrebbe consentito loro di accedere ai database ogni volta che ne avessero avuto bisogno.

fonte: corrierecomunicazioni.it

Facebook Comment

In Edicola


246 – Dal 6 Agosto 2020!

Forum

Facebook

Trending

IN EDICOLA