Connect with us

News

Distributed Denial of Secrets il Wikileaks Russo

Avatar

Pubblicato

il

Una nuova piattaforma di divulgazione Distributed Denial of Secrets in breve DDOS, su Internet ha annunciato che renderà disponibile materiale che potrebbe mettere in difficoltà Vladimir Putin e gli oligarchi russi. L’archivio disponibile si dovrebbe aggirare su circa 180 gb tra email , documenti e chat private.

I co-fondatori di DDOS includono Emma Best , americana statunitense , una giornalista investigativa indipendente.

Lo scorso venerdì decine di diversi archivi di materiale hackerato dalla Russia sono stati resi accessibili. Nel migliore dei casi, questi dati trapelati erano difficili da trovare e in alcuni casi introvabili su Internet.

«Cose da politici, giornalisti, banchieri, persone in ambienti oligarchici e religiosi, nazionalisti, separatisti, terroristi che operano in Ucraina. Centinaia di migliaia di e-mail, messaggi Skype e Facebook, insieme a molti documenti. “

Facebook Comment

Newsletter

In Edicola


Dal 12 Luglio 2019!

Forum

Facebook

Trending

IN EDICOLA