Connect with us

Articoli

Cracca con Android

Massimiliano Zagaglia

Published

on

Cracca con Android

Prosegue la nostra serie di articoli sull’hacking usando uno smartphone Android. Nel numero 225 scoprirai quale app usare per fare un pentest, per visualizzare uno stream TCP, per scovare eventuali intrusi nella tua LAN/WLAN e altro ancora.

La forza di Android è quella di essere un sistema operativo basato sul kernel Linux e quindi di poter eseguire da un dispositivo mobile praticamente tutte le operazioni di penetration testing ed ethical hacking eseguibili da computer. Il nostro articolo illustra velocemente le potenzialità di quattro app e ti suggerisce come metterle in opera.

Un ostacolo: il bootloader bloccato

C’è però un limite: per operare è necessario sbloccare il bootloader degli smartphone animati dal robottino verde. In genere il bootloader è bloccato per ragioni di sicurezza e questo impedisce di installare nuove ROM e più genericamente di accedere al sistema. Per fortuna la maggior parte dei dispositivi mobili possono venire sbloccati e così ricevere i privilegi di root.

Per conoscere la procedura adatta al nostro terminale il consiglio è quello di consultare il sito XDA-Developers che da sempre archivia praticamente tutti i terminali Android realizzati e che è consultabile all’indirizzo www.xda-developers.com. Per ciascun terminale è presente il forum dedicato al modding e ai firmware e nella maggior parte dei casi l’operazione di ottenimento dei privilegi si rivela semplice e veloce. Occorre solo considerare che per alcuni produttori lo sblocco del bootloader equivale alla manomissione dello smartphone per cui comporta l’interruzione della garanzia.

Per scoprire le app Android selezionate dagli esperti di Hacker Journal non perdere l’appuntamento del 16 ottobre in edicola oppure vai subito online sullo store di Sprea!

 

Ti potrebbe interessare

Se la webcam diventa il tuo nemico Notebook, tablet, smartphone: ogni dispositivo ha una telecamera che potrebbe essere utilizzata dagli hacker per spiarci. Quante volte hai visto nei ...
Pirati cinesi al soldo dei servizi segreti Sono tanti, preparati e molto cattivi: gli hacker cinesi colpiscono ovunque e spesso sono al servizio dello Stato. LEAD, BARIUM, Wicked Panda, GREF, ...
Colossale furto di bitcoin in Islanda In Islanda qualcuno ha rubato tonnellate di bitcoin (e un'intera farm di server per minarli). Una dozzina di ignoti hacker è penetrato nel centro di ...
Honeypot, intrappolati nel miele Credevamo di aver bucato un server sperduto da qualche parte del mondo e invece... L’era di Internet che stiamo vivendo ci vede costantemente sotto a...

Appassionato di informatica, GNU/Linux, Open Source e sicurezza da tempo immane, di solito passo il tempo libero tra una Raspberry Pi, una distro e un report di security.

Facebook Comment


In Edicola


Dal 14 DICEMBRE 2018!

Forum

Facebook

Collezione HJ

Trending

IN EDICOLA
Copertina Hacker Journal 227