Connect with us

News

Riscatto di 20.000$ in Bitcoin per non far esplodere una bomba

Redazione

Pubblicato

il

Il governo degli Stati Uniti ha confermato l’esistenza di e-mail di minacce di bomba che richiedono bitcoin dalle organizzazioni e ha suggerito passi da compiere.

Il National Cybersecurity and Communications Integration Center (NCCIC), parte della Cybersecurity and Infrastructure Agency, ha annunciato giovedì di essere a conoscenza di tale campagna email in tutto il mondo.

“Le e-mail affermano che un dispositivo esploderà a meno che non venga pagato un riscatto in bitcoin”, ha detto il NCCIC.

Ci sono stati diversi resoconti dei media che affermano che i truffatori stanno chiedendo un forte riscatto con la linea tematica, “Ti consiglio di non chiamare la polizia”.



L’e-mail riportava:

“Il mio uomo ha portato una bomba nell’edificio in cui si trova la tua azienda. … Posso ritirare il mio mercenario se paghi. Mi paghi 20.000 $ in Bitcoin e la bomba non esploderà, ma non cercare di imbrogliare – ti garantisco che ritirerò il mio mercenario solo dopo 3 conferme nella rete blockchain “.

Alcuni utenti di Twitter anche postato screengrabs di minacciosi messaggi di posta elettronica, tra cui alcuni individui.

Il NCCIC ha avvisato i cittadini che, se ricevono una delle e-mail di bomba, non devono cercare di contattare il mittente o pagare il riscatto. L’agenzia ha anche chiesto alle persone di segnalare le e-mail all’FBI’s Internet Crime Complaint Center o ad un ufficio locale dell’FBI.

Il sindaco di Washington, DC, Muriel Bowser ha anche rilasciato una dichiarazione ufficiale che conferma che è stata informata dal Dipartimento di polizia metropolitano (MPD) sulle indagini in corso sulle varie minacce di attentati a livello nazionale, tra cui la DC.

“Ognuna delle minacce è stata ricevuta via e-mail, richiedendo il riscatto bitcoin, ma non sappiamo che qualcuno abbia rispettato le richieste di transazione”, ha detto.

Bowser ha aggiunto:

“MPD sta indagando su queste minacce con i nostri partner federali incaricati dell’applicazione della legge. Questo è un problema che viene segnalato in altre città a livello nazionale e non è considerato credibile in questo momento. Se si riceve una minaccia o si osservano attività sospette, si prega di chiamare il 911. “

Anche le agenzie governative australiane e neozelandesi stanno indagando sulle e-mail di minacce da bombe bitcoin ricevute da alcuni residenti, come confermato dai funzionari della cibersicurezza a Reuters .

Ti potrebbe interessare

Certificazione CEH , lavorare come Hacker Etico La Certified Ethical Hacker (CEH), è una certificazione promossa International Council of  Electronic Commerce Consultants, noto come EC...
Microsoft sventa attacchi hacker verso candidati d... Microsoft ha rivelato di aver scoperto e aiutato il governo statunitense a bloccare i tentativi di hacking russo contro almeno tre candidati al congre...
Anonplus attacco hacker al sito di Matteo Salvini AnonPlus, dopo aver attaccato la sede del Pd di Firenze, nelle scorse ore ha diffuso un nuovo leak riguardante il leader della Lega Matteo Salvini. A ...
Flightradar24 oltre 230.000 account violati Uno dei servizi di tracciamento di volo più popolari al mondo Flightradar24 , che mostra le informazioni di tracciamenti dei voli degli aerei in tempo...

Lo staff di Hackerjournal che vi fornisce ogni giorno notizie, recensioni, anteprime e interviste legate alla sicurezza digitale.

Facebook Comment


In Edicola


Dal 14 GENNAIO 2019!

Forum

Facebook

Collezione HJ

Trending

IN EDICOLA