Connect with us

News

Hacking Team – gli USA non intendono collaborare

Massimiliano Zagaglia

Pubblicato

il

La vicenda risale al 2015 quando la società Milanese Hacking Team fu ideatrice del virus Galileo spia venduto a svariate polizie di tutto il mondo. L’inchiesta accusa un cittadino Americano di aver finanziato tramite bitcoin l’attività del gruppo. Qui si ferma tutto, perchè gli Stati Uniti non hanno alcuna intenzione di consegnare i computer sequestrati alle rispettive autorità Italiane.

L’inchiesta di fatto muore qui. Per contestare all’ americano il concorso in accesso abusivo a sistema informatico, occorre il dolo. Manca la prova della consapevolezza che i mezzi da lui pagati sarebbero poi stati usati da terzi per commettere quel reato. Ipotesi impossibile da dimostrare senza i suoi computer

Ti potrebbe interessare

Aurora attivo nuovo Ransomware Un ransomware distribuito dall'estate 2018 ha iniziato a prendere piede nell'ultima variante. Questa nuova variante è attualmente chiamata Zorro Ranso...
Oltre 500.000 router infettati con malware Oltre mezzo milione di router e dispositivi di archiviazione in decine di paesi sono stati infettati da un malware botnet IoT altamente sofisticato, p...
Certificazione CEH , lavorare come Hacker Etico La Certified Ethical Hacker (CEH), è una certificazione promossa International Council of  Electronic Commerce Consultants, noto come EC...
CyberSecurity, adottata la nuova direttiva NIS Nella comunità Europea è entrata in vigore la nuova direttiva NIS con gli obiettivi principali di rafforzare il livello di sicurezza della rete e sist...

Appassionato di informatica, GNU/Linux, Open Source e sicurezza da tempo immane, di solito passo il tempo libero tra una Raspberry Pi, una distro e un report di security.

Facebook Comment


In Edicola


Dal 14 GENNAIO 2019!

Forum

Facebook

Collezione HJ

Trending

IN EDICOLA