Connect with us

News

AutoSploit il nuovo tool che in automatico hackera dispositivi connessi a Internet

Redazione

Published

on

L’hacking non è sempre difficile. Alcuni hacker di livello inferiore (script kiddie) utilizzano programmi per cercare automaticamente i dettagli di accesso violati per entrare in altri account, e alcuni strumenti di test di penetrazione sono progettati per semplificare i processi che vengono generalmente utilizzati.

Con AutoSploit aumenta considerevolmente il potenziale di danno automatizzando praticamente tutto, incluso il processo di ricerca di un bersaglio vulnerabile da attaccare.



“Come suggerisce il nome, AutoSploit tenta di automatizzare lo sfruttamento degli host remoti”, si legge la pagina Github .

Il funzionamento di AutoSploit è talmente semplice che può sembrare quasi banale. Solitamente un hacker deve trovare un obiettivo da infettare; verificare se l’obiettivo è vulnerabile a qualunque exploit ed effettuare l’attacco. Con AutoSploit tutti questi passaggi vengono riuniti nello stesso tool. Per individuare gli obiettivi si utilizza Shodan il motore di ricerca dove è possibile trovare i dispositivi IoT vulnerabili, mentre per effettuare l’attacco si usa Metasploit, un software che si utilizza per effettuare test sulla vulnerabilità dei device.

In breve, AutoSploit riunisce semplicemente diversi strumenti per gli hacker in un unico pacchetto. Di solito, un hacker potrebbe dover trovare un server o un altro obiettivo; verificare se l’obiettivo è vulnerabile a qualunque exploit possa avere; e quindi consegnare l’attacco con successo.

Probabilmente, lo strumento riduce la barriera di accesso agli hacker che in precedenza non avevano la capacità di indicizzare un gran numero di macchine contemporaneamente.

Ti potrebbe interessare

S2, la Dash & Action Cam di Ezviz Hai mai visto uno di quei “pazzi” filmati russi con incidenti automobilistici al limite del folle? Senza l’uso di una dash cam non avresti mai potuto ...
Oltre 880.000 carte di credito sottratte a Expedia Con un attacco senza precedenti alcuni hacker potrebbero aver avuto accesso ad oltre 880mila carte di credito, adoperate sul sito Orbitz.com del circu...
Certificazione CEH , lavorare come Hacker Etico La Certified Ethical Hacker (CEH), è una certificazione promossa International Council of  Electronic Commerce Consultants, noto come EC...
USA: Cyberattacchi è allarme Rosso Come nell'11 Settembre l'infrastruttura digitale sta subendo gravi minacce e attacchi. Questo quanto detto da un'analisi di Dan Coats, direttore della...

Lo staff di Hackerjournal che vi fornisce ogni giorno notizie, recensioni, anteprime e interviste legate alla sicurezza digitale.

Facebook Comment


In Edicola


Dal 14 Luglio 2018!

Forum

Facebook

Collezione HJ

Trending

IN EDICOLA