Connect with us

Cybersecurity

Thales smentisce l’attacco informatico ransomware Lockbit

Redazione

Pubblicato

il

Thales , leader internazionali nell’alta tecnologia per l’industria della difesa con oltre 81.000 dipendenti in tutto il mondo ha recentemente rilasciato un comunicato su un presunto attacco da parte della gang Lockbit.

La gang nel frattempo ha rilasciato sul sito darkweb un set di dati che se autentici potrebbero dimostrare l’origine .

Nel comunicato rilasciato si evince​

In questa fase, Thales è in grado di confermano che non vi è stata alcuna intrusione nei suoi sistemi IT.

Gli esperti di sicurezza di Thales hanno identificato una delle due probabili fonti del furto, che è stata confermata tramite l’account utente di un partner su un portale di collaborazione dedicato. Ciò ha portato alla divulgazione di una quantità limitata di informazioni.

Thales sta lavorando a stretto contatto con il suo partner e sta fornendo tutto il supporto tecnico e le risorse necessarie per ridurre al minimo qualsiasi potenziale impatto sui clienti e gli stakeholder interessati.

La news rimarrà in aggiornamento.

[wpdevart_facebook_comment curent_url="http://developers.facebook.com/docs/plugins/comments/" order_type="social" title_text="Facebook Comment" title_text_color="#000000" title_text_font_size="22" title_text_font_famely="monospace" title_text_position="left" width="100%" bg_color="#d4d4d4" animation_effect="random" count_of_comments="7" ]

Corsi

A scuola di cybersecurity

Cisco Italia rilancia la Cybersecurity Scholarship, che permetterà a 1.000 persone di formarsi come esperti della sicurezza informatica: candidature aperte fino al 27 novembre

Avatar

Pubblicato

il

Ottobre è il mese internazionale della cybersecurity e per l’occasione Cisco Italia ha annunciato la quinta edizione della Cybersecurity Scholarship, una iniziativa che mette a disposizione 1.000 borse di studio per prepararsi gratuitamente a diventare un esperto di cybersecurity.

Le borse di studio consentono di seguire gratuitamente il percorso Cybersecurity Career Path delle Networking Academy Cisco nel quadro di un’attività di studio che dura 6 mesi, da dicembre 2023 a giugno 2024.  Sono previste lezioni online, webinar con professionisti di settore, laboratori finali che verranno proposti dagli Academy partner Cisco di tutta Italia.

I partecipanti avranno accesso anche alla community delle Networking Academy con tutte le sue opportunità, e potranno entrare in contatto con realtà aziendali che operano nel settore digitale. Da sottolineare che il percorso formativo costituisce anche un’introduzione alla certificazione Cisco Certified Support Technician – Cybersecurity.

Le borse di studio sono aperte a persone tra i 16 e i 45 anni con una istruzione superiore o universitaria, ed è raccomandato avere una conoscenza dell’inglese di livello B2. Altro requisito prevede la partecipazione, entro il 27 novembre 2023, al corso introduttivo “Intro to Cybersecurity” e l’invio del form di iscrizione.
Tutte le informazioni sono disponibili su questo sito.

 

Leggi anche: “Al via la quarta edizione di cybersecurity scholarship

Continua a Leggere

Cybersecurity

Aaron Swartz : Hacker innovatore e la battaglia per il sapere accessibile

Redazione

Pubblicato

il

Per l’anniversario della morte di Aaron Swartz dell’8 Novembre , la Milano University Press Università di Milano ha pubblicato la biografia su Aaron scritta da Giovanni Ziccardi, “Aggiustare il mondo. La vita, il processo e l’eredità dell’hacker Aaron Swartz” che è liberamente scaricabile in open access.

Le vicende di Swartz e la sua lotta per la trasparenza, per la libera informazione e contro la corruzione in politica sono, ancora oggi, estremamente attuali in un mondo digitale che è sempre meno attento ai diritti e alle libertà dei cittadini.

La vita troppo breve dell’hacker Aaron Swartz – morto suicida l’11 gennaio del 2013 – ha tantissimi aspetti incredibili. Piccolo genio dell’informatica cresciuto in un sobborgo di Chicago, incontra, da adolescente, studiosi del calibro di Tim Berners-Lee e Lawrence Lessig e lavora con loro per costruire le architetture informatiche, e le licenze d’uso, del futuro.

Continua a Leggere

Cybersecurity

Nuove minacce Hacker, AXLocker, Octocrypt e Alice Ransomware

Redazione

Pubblicato

il

Cyble Research and Intelligence Labs ha scoperto tre nuove famiglie di ransomware che crittografano i documenti della vittima e consentono a Discord ATO (acquisizione dell’account) di rubare dati.

Le tre varianti includono AXLocker, Octocrypt e Alice Ransomware. Vale la pena notare che Discord è relativamente popolare tra le comunità crittografiche e gaming.

 

Ne post sul blog , i ricercatori di Cyble hanno confermano che le organizzazioni dovrebbero migliorare la loro scansione per i primi segnali di allarme di nuove varianti e credenziali compromesse per contrastare potenziali attacchi.

Le aziende devono stare al passo con le tecniche di attacco utilizzate da hacker per prendere di mira i propri sistemi. Questo è possibile solo attraverso l’implementazione di best practice di sicurezza e controlli di sicurezza avanzati.

Continua a Leggere

Cybersecurity

Bypassa la Lockscreen di Android e guadagna 70.000 $

Redazione

Pubblicato

il

David Schütz ha trovato trovato un modo per aggirare la schermata di blocco sui suoi smartphone Google Pixel 6 e Pixel 5 completamente patchati, consentendo a chiunque abbia accesso fisico al dispositivo di sbloccarlo. Google ha risolto il problema di sicurezza sull’ultimo aggiornamento di Android rilasciato la scorsa settimana.

I dispositivi Android richiedono sempre una password o una sequenza di blocco della schermata al riavvio per motivi di sicurezza, quindi passare direttamente allo sblocco delle impronte digitali non era normale.

Il ricercatore ha continuato a sperimentare e quando ha provato a riprodurre il bug senza riavviare il dispositivo, ha pensato che fosse possibile andare direttamente alla schermata principale (bypassando anche l’impronta digitale), a patto che il dispositivo fosse stato sbloccato dal proprietario almeno una volta.

Google infine  ha assegnato al ricercatore 70.000 dollari per la sua scoperta.

Gli utenti di Android 10, 11, 12 e 13 possono correggere questo difetto applicando l’aggiornamento della sicurezza del 7 novembre 2022.


Hai trovato questo articolo interessante? Seguici su Facebook , Twitter, Mastodon

Continua a Leggere

Cybersecurity

Sito Parlamento europeo down: probabile attacco hacker russo

Redazione

Pubblicato

il

Il sito del Parlamento Europeo da fonti repubblica pare sia sotto attacco probabilmente da hacker filo russi.

Il sito del Parlamento europeo, così come la connessione wifi in tutta la sede di Strasburgo, è rimasto fuori uso per diverso tempo. Sul web circolano le rivendicazioni di un attacco hacker da parte di Anonymous Russia e Killnet. In diversi Paesi il sito del Parlamento europeo risulta ancora inaccessibile.

 

Continua a Leggere

Cybersecurity

Malware RapperBot prende di mira i server di gioco con attacchi DDoS

Redazione

Pubblicato

il

I ricercatori di Fortinet FortiGuard Labs hanno scoperto nuovi campioni di malware RapperBot, indicando che gli attori delle minacce stanno costruendo una botnet per lanciare paralizzanti attacchi denial of service distribuiti (attacchi DDoS) contro i server di gioco.

I ricercatori di Fortinet in un post sul blog confermano che il malware può prendere di mira solo appliance che eseguono architetture PowerPC, ARM, SH4, SPARC e MIPS. Può arrestare rapidamente il suo meccanismo di autopropagazione se vengono eseguiti su chipset Intel.

“Sulla base delle innegabili somiglianze tra questa nuova campagna e la campagna RapperBot precedentemente segnalata, è molto probabile che siano gestite da un singolo hacker o da diversi  con accesso a un codice sorgente di base condiviso privatamente”.

Continua a Leggere

Cybersecurity

Hacker Nordcoreani utilizzano malware contro obiettivi europei

Redazione

Pubblicato

il

Hacker nordcoreani stanno utilizzando una nuova versione della backdoor DTrack per attaccare le organizzazioni in Europa e America Latina.

DTrack è una backdoor modulare con un keylogger, di screenshot ,cronologia del browser , processi in esecuzione, indirizzo IP e un tracker di informazioni sulla connessione di rete e altro ancora.

Nel rapporto pubblicato oggi, la loro telemetria mostra l’attività di DTrack in Germania, Brasile, India, Italia, Messico, Svizzera, Arabia Saudita, Turchia e Stati Uniti.

I settori interessati includono centri di ricerca governativi, istituti politici, produttori di prodotti chimici, fornitori di servizi IT, fornitori di telecomunicazioni, fornitori di servizi pubblici e istruzione.


Hai trovato questo articolo interessante? Seguici su Facebook , Twitter, Mastodon

Continua a Leggere

Trending